×

DIGITA NELLA TUA RICERCA E PREMI ENTER

Caricamento in corso...
Arte e Cultura

La Caza Azul di Frida Kahlo ora si può ammirare dal proprio salotto

By Secret Torino Luglio 31, 2020

museo kahlo

Il tour virtuale del museo Frida Kahlo

Il coronavirus ha causato la chiusura di musei e tante altre attività per evitare i contatti interpersonali. È vero, però, che in questo periodo queste strutture si sono attrezzate per far arrivare l’arte nelle case degli italiani, in modalità virtuale. Questo è il caso del museo Frida Kahlo che apre gratuitamente le sue porte in Messico a tutti i fan della famosa pittrice.

Il tour virtuale è possibile sia su Google Arts and Culture che sul sito del Museo Frida Kahlo. Una visita a distanza che ci porta direttamente in Messico per esplorare il bellissimo giardino, lo studio, la cucina e le mostre con una spiegazione dettagliata delle opere.

La casa di Frida

La casa Azul è il posto dove l’artista latinoamericana nacque, visse e morì. L’edificio, che risale al 1904, oggi si estende su una superficie di 800 mq. Diego Rivera e Frida Kahlo lo riempirono di colori e arte popolare per mostrare la loro ammirazione per i popoli e le culture del Messico. La costruzione ha subito due importanti modifiche. Quando il rivoluzionario russo Leon Trotsky visse con Diego e Frida nel 1937, fu acquistata la proprietà oggi occupata dal giardino. Nel 1946 Diego Rivera chiese a Juan O’Gorman di costruire lo studio di Frida. L’interno della casa è stato mantenuto praticamente intatto. Pertanto, la casa e i suoi interni preservano quell’atmosfera intima della coppia.

 

Ubicata in uno dei quartieri più belli e antichi della Città del Messico (Coyoacán), la Casa Azul è stata convertita in un museo nel 1958. Nel Museo ci sono le opere più importanti dell’artista, come: Viva la Vida (1954), Frida y la cesárea (1931) e Retrato de mi padre Wilhelm Kahlo (1952).

Quando si analizza il lavoro di Frida Kahlo, si scopre l’intensa relazione che esiste tra la pittrice e la sua casa. L’artista viaggiava molto con suo marito, ma poi tornava sempre nella sua casa adorata a Coyoacán. Il suo universo creativo è nella Casa Blu, il luogo in cui è nata e morta. Un viaggio alla scoperta del mondo di Frida: i suoi colorati vestiti, la cucina gialla che un tempo accoglieva gli amici dei due amanti, e il famoso specchio accanto al letto a baldacchino con il quale la pittrice dipingeva i suoi famosi autoritratti. Frida è stata la prima donna latinoamericana ritratta su un francobollo degli Stati Uniti.

Immagine principale: © Museo Frida Kahlo